Fovea Embers ritorno al passato, doppietta contro Cupramontana e la vetta è riconquistata

Mercoledì 28 Luglio 2021
Doppietta doveva essere e doppietta è stata. La Fovea Embers di manager Salvatore Strippoli non stecca l'appuntamento con l'ultima della classe Cupramontana, ed inanella due vittorie nette che mancavano praticamente da un girone (l'ultima in ordine di tempo era datata 5 giugno scorso proprio contro i marchigiani). 

Ma soprattutto aggancia il terzetto che guida la classifica: "Effettivamente la doppia vittoria mancava da troppo tempo - ammette Strippoli -. Era importante vincere e l'abbiamo fatto con autorevolezza, e con una buona dose di convinzione che ha fatto veramente la differenza. Avevo detto ai ragazzi che la doppietta ci avrebbe proiettato in testa alla classifica, per noi ritornare a vincere entrambe le gare era importante per il morale, soprattutto in prospettiva futura". Ed in effetti adesso, dopo aver sfruttato al meglio il fattore campo con il 14-5 di Gara 1 e l'11-6 in Gara 2, e con FanoTorre Pedrera e Pianoro che hanno frenato, in vetta alla classifica con 13 vittorie e 7 sconfitte c'è anche la formazione foggiana: "Mi è piaciuta molto la tranquillità esibita e la consapevolezza della forza mostrata in campo - riflette il manager foggiano -. I risultati delle due gare non sono mai stati in discussione, e quando Cupra ha ridotto le distanze, abbiamo subito respinto ogni tentativo di rimonta". 

Merito del gruppo che ha saputo alzare l'asticella e capire l'importanza del momento, ma anche di uno straordinario Joaquin Faria capace di sfoderare la prestazione perfetta, nonostante un infortunio alla caviglia rimediato in allenamento: "È vero, ha fatto una di quelle gare che si ricorderanno a lungo - gongola Strippoli -. Oltre a non concedere nulla agli avversari, ha anche fatto 15 strike out sulle quindici eliminazioni disponibili, un piccolo record. E' stata la prima volta che ho assistito a qualcosa del genere, nonostante calco ormai questi campi da 32 anni". Sugli scudi anche Francesco Strippoli, capace di sfoderare un 5/5 in battuta con due singoli, due doppi ed un triplo che hanno spinto a casa molti dei punti realizzati. Insomma resta sempre vivo il sogno Serie A: "Confidiamo nella nostra solidità e nel saper gestire le emozioni. Non ci fa nessun effetto ritrovarci di nuovo lì in alto. Non abbiamo mai perso due gare di seguito, e questo dimostra che sappiamo reagire sempre in modo positivo ad ogni tipo di avversità. Continueremo con il nostro passo, vedremo alla distanza chi saprà fare meglio di noi". 

Quattro squadre in lizza per un posto in Paradiso: il Girone C diventa sempre più equilibrato ed avvincente. Ecco perché l'ultimo weekend prima della pausa (il campionato riprenderà domenica 29 agosto ndr) diventa un crocevia fondamentale. La Fovea sarà impegnata sul diamante di Potenza Picena, squadra allenata da manager Daniele Senegalese che nell'ultima giornata ha battuto Fano in Gara 2 per 3-2: "Siamo pronti, andremo lì per fare bottino pieno - chiosa Strippoli -. L'incontro nasconde delle insidie, ma siamo motivati per portare a casa un risultato che forse potrebbe determinare un ulteriore strappo in classifica". 

Ovvero primo posto in solitaria: "Ravenna e San Lazzaro possono fermare rispettivamente Torre Pedrera Fano. E poi, Cupra in casa potrebbe anche sorprendere Pianoro. Noi siamo lì, pronti ad approfittare di qualsiasi passo falso delle avversarie, avendo dimostrato sino ad ora di non essere inferiore a nessuno visti anche i risultati negli scontri diretti". Alle meritatissime vacanze, insomma, la Fovea vuole arrivarci guardando tutti dall'alto.

Fabio Trallo